Formazione
Progettazione
Consulenza

Suggerimenti PNSD: “Sportello Digitale” tenuto da Animatori e Team Innovazione

sportello

L’idea dello “Sportello Digitale”

Continuiamo la serie di suggerimenti per migliorare l’implementazione del PNSD, rispetto alle figure di Animatore Digitale e Team Innovazione. La proposta che qui si avanza è molto semplice (e forse già informalmente attuata in molte scuole): istituire uno “Sportello Digitale” in ogni scuola, per venire incontro alle piccole e grandi difficoltà che i docenti incontrano nell’implementazione di nuove metodologie e/o strategie didattiche. Sul modello, dunque, dello “Sportello Didattico” aperto agli alunni, lo “Sportello Digitale” che qui si propone sarà tenuto, su prenotazione, dall’Animatore e/o dai membri del Team dell’Innovazione a vantaggio dei colleghi interni in un monte orario complessivo che risulti economicamente sostenibile per la scuola.

Le caratteristiche dello “Sportello Digitale”

Ecco di seguito alcune possibili caratteristiche:

  • Prenotabile: ogni docente che ha bisogno del supporto dell’Ad o del Team, con congruo anticipo, si prenota su argomenti di sua richiesta o su temi proposti dall’Ad o Team
  • Ogni Ad o membro del Team mette a dispozione un monte ore durante l’anno in cui tenere lo “Sportello Digitale”
  • Il compenso (vexata quaestio) verrà computato, ad esempio, come un’ora di tutoraggio (ad es. 30 euro/orari secondo recenti tabelle PON)
  • I formatori (Ad o Team) sono interni alla scuola quindi il loro reperimento è semplice e “just in time/case”
  • I gruppi di docenti che richiedono i singoli interventi non dovrebbero superare le 4/5 unità, di modo da offrire un supporto personalizzato e laboratoriale, anche all’interno di unità orarie da 60 minuti
  • I momenti di “Sportello Digitale” sono svolti all’interno della scuola, anche in orario mattutino, di modo da ridurre al minimo il disagio o di trasferte o di rientri pomeridiani
  • I temi richiedibili saranno verosimilmente molto specifici, come pure gli argomenti messi a disposizione dall’Ad o Team, di modo da essere esauriti in 1/2h

I vantaggi dello “Sportello Digitale”

I vantaggi di questo “Sportello Digitale” possono essere molteplici:

  • si dà una forma e un luogo agli interventi che gli Animatori e/o i membri del Team “comunque” svolgono, ma con un compenso ed una razionalità differenti
  • il problema del compenso è facilmente computabile
  • la formazione è tutta interna alla scuola (in termini di personale e logistica)
  • gli argomenti trattati emergono dai docenti che ne fanno richiesta, in altre parole dai “reali bisogni” (non c’è dunque il rischio di seguire inutili e noiosi interventi “frontali” su temi già noti)
  • i gruppi che di volta in volta vengono formati possono trasferire a loro volta sui colleghi quanto appreso (peer education)

Questi microinterventi non escludono naturalmente una formazione più strutturata, magari svolta da esperti diversi dagli Ad e dai Team interni alle scuole, tuttavia si propongono come una formazione più mirata, economica ed efficace.

Emiliano Onori

designdidattico.com

info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico

Oltre la Dad: il digitale a scuola come scelta

Parliamoci chiaro: il digitale non è una forzatura sanitaria, né una condizione emergenziale. La realtà è una, progressivamente “aumentata” dalla tecnologia. Rinunciavi significa rinunciare alla possibilità di sterzare il mondo verso la direzione che vogliamo. Per questo il digitale è una delle sette sfide che lanciamo alla scuola nel nuovo numero di VITA, intitolato “Ultimo appello” (tratto dal sito vita.it)

Leggi articolo

Hai bisogno di informazioni? Inviami un messaggio veloce.!

Iscriviti alla Newsletter e rimani aggiornato

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Mi chiamo Emiliano Onori, sono insegnante di italiano e latino e formatore. Vivo nella provincia di Perugia ma insegno in quella di Arezzo. Leggi tutto

Skip to content