Formazione
Progettazione
Consulenza

«Dialogo euristico». Pubblicate le Linee guida dell’idea del Movimento Avanguardie educative

foto_pieghevole_Dialogo-euristico

L’idea «Dialogo euristico» può da oggi contare su Linee guida liberamente scaricabili dalla sezione «Materiali» presente nella pagina dedicata all’ideaLe Linee guida costituiscono un insieme di orientamenti operativi per mettere gli insegnanti nella condizione di sperimentare questa modalità di insegnamento. 

Le Linee guida costituiscono una sorta di documentazione collettiva frutto delle attività svolte da un gruppo di insegnanti di scuola primaria e secondaria che per circa un anno, sotto la guida di Franco Lorenzoni e dei ricercatori INDIRE hanno sperimentato la metodologia proposta nelle loro classi. Lo scopo era duplice: da un lato elaborare una definizione condivisa e identificare alcune qualità comuni di questa modalità di insegnamento che si richiama ai principi della pedagogia dell’ascolto di Alessandra Ginzburg, dall’altro ripensare la relazione educativa e la didattica come un continuo processo di ricerca dove conoscere significa prima di tutto ‘imparare a porsi’ e a ‘porre domande‘.

Ma come si pratica il dialogo euristico? Quali sono, materialmente, le azioni che devono essere realizzate per costruire il contesto per far emergere i pensieri dei bambini, per raccogliere le ipotesi e le teorie da cui sviluppare il lavoro didattico, la relazione tra la ricerca della classe e il curricolo, la costruzione di conoscenza?

A queste domande viene data risposta nelle Linee guida appena pubblicate. Un prezioso strumento nel quale sono definiti “perimetro e area” di questa modalità di insegnamento, cioè quell’insieme di orientamenti pedagogici che riguardano i suoi valori, fini e scopi.

I docenti curatori delle Linee guida e coinvolti nella sperimentazione dell’idea «Dialogo euristico» insegnano presso i seguenti istituti:

  • IC «Giovanni XXIII» di Acireale (CT), scuola capofila dell’idea e scuola polo regionale del Movimento Avanguardie educative
  • IC «Montecastrilli» di Montecastrilli (TR)
  • IC «Felice Fatati» di Terni
  • «IC di Cadeo e Pontenure» di Roveleto di Cadeo (PC)
  • IC «Latte Dolce – Agro» di Sassari
  • IC «Antonino Rallo» di Favignana (TP)
  • IC «Attigliano-Guardea» di Attigliano (TR)
  • IC «T. Valenti» di Trevi (PG)
  • «IC di Tarcento» di Tarcento (UD)

> LEGGI E SCARICA LE LINEE GUIDA DELL’IDEA «DIALOGO EURISTICO»

Emiliano Onori

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico
instagram.com/designdidattico

Oltre la Dad: il digitale a scuola come scelta

Parliamoci chiaro: il digitale non è una forzatura sanitaria, né una condizione emergenziale. La realtà è una, progressivamente “aumentata” dalla tecnologia. Rinunciavi significa rinunciare alla possibilità di sterzare il mondo verso la direzione che vogliamo. Per questo il digitale è una delle sette sfide che lanciamo alla scuola nel nuovo numero di VITA, intitolato “Ultimo appello” (tratto dal sito vita.it)

Leggi articolo

Hai bisogno di informazioni? Inviami un messaggio veloce.!

Iscriviti alla Newsletter e rimani aggiornato

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Mi chiamo Emiliano Onori, sono insegnante di italiano e latino e formatore. Vivo nella provincia di Perugia ma insegno in quella di Arezzo. Leggi tutto

Skip to content