Design Didattico

Instructional Design & Media Education




Da oggi Meet accetta solo utenti autorizzati. Niente più accessi esterni

A quanto pare Google sta davvero ascoltando le richieste dei docenti e sta implementando in tempi record le funzioni ritenute più importanti. Da oggi (31 marzo) è in roll-out per le G Suite scolastiche la funzione più richiesta del momento: il blocco degli utenti esterni nelle videoconferenze su Meet. Fino ad oggi, infatti, chiunque avesse il link della videoconferenza poteva entrare, anche senza il permesso del docente (o comunque di chi aveva creato la stanza di videoconferenza). Questa possibilità, molto utile in ambito aziendale e business, poteva risultare problematica a scuola, molti studenti infatti, anche di altre classi, potevano entrare e creare disturbo alla lezione. Da oggi un utente esterno dovrà essere autorizzato. A quanto pare la nuova funzionalità NON dovrà essere abilitata dagli admin ma sarà attiva di default!

Grazie Google!

Per organizzare corsi (anche online) e workshop su G Suite for Education scrivere a info@designdidattico.com

 

Emiliano Onori 

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico
instagram.com/designdidattico

Share
SHARE :

(5) comments

Mariarosaria Astarita
2 mesi ago · Rispondi

Ma se io, docente non amministratore, credo link per la classe e ne raccomando la riservatezza, posso continuare a usare meet come ho fatto fino a questo momento?

FELICITA PATSCOT
2 mesi ago · Rispondi

Salve Sono una docente di scuola superiore
Accade che utenti esterni creano disturbo chiedendo autorizzazione ad entrare in videolezione su Meet ocn nomi fasulli
Vorrei sapere se è certo che solo sapendo la password della lezione possono chiedere di entrare Ciò al fine di sanzionare la classe
Grazie

Chiara Casagrande
2 mesi ago · Rispondi

Questa non è una cosa assolutamente positiva perché Meet non è utilizzato dalle Scuole solo per videolezione con gli alunni ma anche per riunioni con genitori e docenti di altre scuole.
Le limitazioni alle unità organizzative studenti c’erano già, ovviamente impostando correttamente i dati di profilazione degli account degli studenti.
Grande passo falso per ascoltare chi, per non saper fare le cose che si imparano studiando o chiedendo all’assistenza Google (anche se solo in inglese non deve essere considerato un problema, anzi) andrà a inficiare tutti l calendari di riunione già diramati da molte scuole che non si sono mai lamentate di Meet, configurando seriamente questo servizio, in tutte le sue potenzialità.
Spero vivamente che Google non proceda a farsi influenzare da richieste arrivate dalla minor parte delle scuole, non dalla maggior parte come si evince dal titolo di questo articolo!
Superadmin GSuite For Education

    Emiliano Onori / Design Didattico
    2 mesi ago · Rispondi

    Allora spieghi a tutti come fare!!!
    se apro un meet con una classe ovviamente partecipano alunni della classe (e del dominio della scuola) ma POSSONO anche partecipare alunni di altre classi MA DELLO STESSO DOMINIO (non quindi banali utenti gmail). O lei era in grado di bloccare l’accesso a DETERMINATI alunni delle classi? Perchè se lei era in grado…beh lo dica a Google così imparano anche loro ad usare un loro strumento!!!!!!

Chiara Galleano
1 mese ago · Rispondi

Scusate, forse non padroneggio troppo bene la console di GSuite,avendo protetto le mai di tutti i minori (non dei docenti e del personale) in modo che chiunque fosse al di fuori dell’organizzazione (Istituto) non potesse inviare mail, pensavo che questa protezione si applicasse anche a Meet.
Poichè gli alunni utilizzano Meet per incontrarsi per scambi di informazioni o ricerche di gruppo, possono avviare da soli una videocmunicazione senza la presenza degli insegnanti.
Un alunno “furbetto” ha dato il link di accesso ad un esterno e gli ha concesso di intervenire.
Benchè tale “esterno” abbia semplicemente creato disturbo, alcuni genitori si sono allarmati e mi hanno chiesto, in quanto amministratore, di impedire la richiesta di accesso da parte di esterni quando la videochiamata non sia gestita da un docente.
Ho chiesto assistenza al supporto di Google, ma mi è stato risposto che tale funzionalità non è prevista e che l’unico modo per ovviare al problema è che si impedisca agli alunni di creare videochiamate consentendo loro solo di partecipare.
Poichè questo sarebbe un passo indietro rispetto alle opportunità che Meet offre, vorrei saper se qualcuno di voi conosce un modo per aiutarmi.
Aggiungo che, come saprete, anche dando un codice anzichè un link, non è difficile per chi vuole convocare sterni trovare il link cui è collegato il codice.
Abbiamo effettuato tutte le prove possibili

Grazie
Chiara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *