Design Didattico

Instructional Design & Media Education




Se mi avessero spiegato così i “polinomi” forse li avrei capiti. Note a margine di Didattica, Matematica e CoronaVirus

Category : Riflessioni · by Mar 2nd, 2020

Colgo l’occasione di questi giorni drammatici per riflettere su alcuni aspetti di didattica. In particolare voglio fare riferimento ad un noto sito di informazione scientifica medica (www.med4.care) che, per spiegare la diffusione del CoronaVirus, si serve di un argomento noto ai più (anche solo per antiche reminescenze scolastiche): i mitici “polinomi”.

Cosa fossero e cosa siano nessuno lo sa o, meglio, nessuno o pochi lo sanno spiegare. Anche gli studenti più talentuosi, nel migliore dei casi, applicano una regola o ripetono un teorema senza forse aver chiaro il fortissimo legame con la realtà che tali “polinomi” recano alla nostra esperienza quotidiana.

Ma ecco come vengono “spiegati” (il tema è: come calcolare la potenziale diffusione del virus)

Con l’aiuto di una matematica e i consigli di un gruppo di colleghi abbiamo preparato una potenziale previsione di quanto potrebbe accadere. Sfruttando il metodo dell’interpolazione polinomiale abbiamo tentato di ipotizzare il numero dei contagi futuri nel tempo. Il metodo consiste nel trovare la curva, in questo caso un polinomio, che meglio approssima i dati reali (sul grafico indicati con un pallino). La curva trovata rispetta l’andamento dei dati reali e possiamo quindi estrapolare al di fuori dell’intervallo di interpolazione.

Per maggiori dettagli sul metodo utilizzato https://it.mathworks.com/help/curvefit/polynomial.html

previsione-contagi-coronavirus

Ora, ad essere sinceri, non è che il quadro “dei polinomi” mi diviene di improvviso “chiaro e distinto”, tuttavia una cosa è certa: sto capendo che questi “polinomi” stanno parlando della mia vita quotidiana (anche al di là del drammatico caso del coronavirus). Questo aneddoto, di cui ancora rendo merito a med4.care, mi insegna alcune cose:

  • Saper insegnare (specie in età scolare) è essenzialmente un problema di linguaggio
  • Non c’è una “difficoltà” intrinseca di un problema, semmai c’è talora una eccessiva “astrattezza”
  • Non esistono solo “compiti di realtà” ma forse anche “spiegazioni” di realtà!
  • Il coronavirus è, oltre ad una emergenza sanitaria ed economica, una straordinaria occasione di cambiamento

Qui l’articolo completo di med4.care intitolato “è l’ora di reagire” https://www.med4.care/coronavirus-e-lora-di-reagire/

 

Non sempre cambiare equivale a migliorare, ma per migliorare bisogna cambiare

Sir Winston Churchill

 

 

Emiliano Onori 

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico
instagram.com/designdidattico

 

Share
SHARE :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *