Design Didattico

Instructional Design & Media Education



Futura Terni: Webquest, Pbl e Storytelling. Parliamone nella classe virtuale Edmodo

In occasione dell’evento Futura Terni del 12 Novembre ho creato una classe virtuale in Edmodo per poter restare in contatto con i partecipanti ai miei interventi. Ecco il codice classe per iscriversi (occorre previamente essere iscritti ad Edmodo): uj7gtk

Lunedi 12 novembre 2018 a Terni presso C.A.O.S. (Centro Arti Opificio Siri).

Qui il programma completo in pdf

Qui per iscriversi all’intervento sullo Storytelling (17.30)

Qui per iscriversi all’intervento su Webquest e Problem Based Learning (14.30)

 

Vai al programma di #FuturaTerni

Emiliano Onori

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico
instagram.com/designdidattico

Futura Terni 12 Novembre 2018. Parleremo di Webquest, Pensiero Critico, Internet e Storytelling

In occasione dell’evento FUTURA TERNI CUORE DIGITALE parleremo alle ore 14.30 di “Webquest & Problem Based Learning: portare internet e pensiero critico in classe” e alle 17.30 di “Storytelling Didattico: insegnare ed imparare con le storie”.

Lunedi 12 novembre 2018 a Terni presso C.A.O.S. (Centro Arti Opificio Siri).

Qui il programma completo in pdf

Qui per iscriversi all’intervento sullo Storytelling (17.30)

Qui per iscriversi all’intervento su Webquest e Problem Based Learning (14.30)

FUTURA si ferma nel cuore della penisola, l’Umbria, con un percorso di conferenze, workshop, esperienze di innovazione laboratoriali sulla scuola digitale sullo sfondo della cornice post-moderna del “Caos”, spazio simbolo della riformulazione in chiave contemporanea di archeologia industriale volto a ricevere, nella sua flessibilità e multifunzionalità, le diversificate attività legate all’evento.

E’ proprio in questo spazio al centro della città che si svolgerà la manifestazione #FUTURATERNI #CUORE DIGITALE D’ITALIA#PNSD, le cui iniziative si snoderanno tra il 12 ed il 14 novembre 2018 e avranno un tema di stretta attualità e di grande rilevanza scientifica che li collega idealmente con sviluppo e potenziamento delle competenze digitali: fragilità e resilienza, sia in senso ‘geofisico’ che ‘socio-economico’.

La città, quindi, si trasforma in un poliedrico laboratorio dedicato al mondo dell’innovazione digitale: un luogo di confronto in cui temi, questioni, esperienze sul campo, riflessioni si intrecceranno per dar vita ad uno spazio concettuale aperto e dinamico rivolto a Dirigenti, docenti, animatori digitali e team per l’innovazione e personale scolastico.

Parte integrante di Cuore Digitale d’Italia è rappresentato da “Civic Hack Umbria”, il primo hackathon civico delle scuole umbre sul futuro della propria regione interamente dedicato alle sfide del territorio. Il Civic Hack sarà una vera e propria maratona progettuale durante la quale studentesse e studenti, provenienti dalle Istituzioni scolastiche del secondo ciclo della regione Umbria, con l’aiuto di mentori, esperti e ricercatori, lavoreranno insieme con l’obiettivo di contribuire a progettare soluzioni innovative per il territorio.

“Cuore digitale d’Italia” sarà un’occasione unica per raccontare la Scuola digitale e le sue buone pratiche in chiave innovativa, rappresentando al contempo i simboli che caratterizzano e rafforzano l’identità del territorio. Si articolerà in workshop, laboratori didattici, proiezioni, “vetrine tecnologiche”, musica e arte digitale.

Per partecipare alle attività formative è necessario registrarsi accedendo alle aree sotto elencate, registrandosi ai singoli workshop/conferenze. Ad altre iniziative si potrà invece accedere liberamente – come visitatore – fino ad esaurimento dei posti disponibili. Si ricorda ai docenti che frequenteranno i workshop di dotarsi del proprio device personale – computer portatile o tablet – per partecipare in modo attivo alle attività laboratoriali.

Tutte le istituzioni scolastiche sono invitate a partecipare con una propria delegazione di studentesse e studenti, festeggiando con #FuturaTerni la Scuola Digitale nella propria città.

Vai al programma di #FuturaTerni

Emiliano Onori

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico
instagram.com/designdidattico

#Futura #Chianciano 8 novembre. Parleremo di Webquest e Pensiero Critico. Anche tramite Edmodo

Category : Eventi, webquest · No Comments · by Nov 7th, 2018

#FUTURA #CHIANCIANO Per chi si fosse iscritto al mio intervento su Webquest e Pensiero Critico (ma anche per tutti gli altri!), ricordo che ho predisposto un’aula virtuale su Edmodo dal codice cgtxu2 per restare in contatto anche dopo l’evento.

Clicca qui per iscriverti tramite Eventibrite

Futura riparte per la Toscana, toccando Chianciano Terme per una tre giorni dedicata all’acqua come motore di produttività e innovazione che, nei giorni 8-9 e 10 novembre 2018 animerà la cittadina con iniziative di formazione, dibattiti, esperienze incentrate sulle possibilità innovative del territorio e sulla trasformazione in chiave digitale dei processi di istruzione e formazione.

Parte integrante di Gocce di Futuro 4.0 sarà il Civic Hack Toscana, il primo hackathon civico delle scuole della regione interamente dedicato alle sfide del territorio.Il Civic hack sarà una vera e propria maratona progettuale durante la quale studentesse e studenti, provenienti dalle Istituzioni Scolastiche del secondo ciclo della Toscana, con l’aiuto di mentori, esperti e ricercatori, lavoreranno insieme con l’obiettivo di contribuire alla crescita e al futuro del territorio, soffermandosi sull’importanza della tutela ambientale e dell’acqua e della sostenibilità anche attraverso l’utilizzo delle tecnologie.

Gocce di Futuro 4.0 sarà un’occasione unica per raccontare la Scuola digitale e le sue buone pratiche in chiave innovativa, rappresentando al contempo i simboli che caratterizzano e rafforzano l’identità del territorio.

Gocce di Futuro 4.0 si articolerà in workshop, laboratori didattici, proiezioni, “vetrine tecnologiche”, musica e arte digitale.

Per tutta la comunità scolastica e la cittadinanza, sarà un’occasione unica per raccontare, approfondire e vivere i temi del Piano Nazionale per la Scuola Digitale #PNSD.

Per partecipare alle attività formative è necessario registrarsi accedendo alle aree sotto elencate, registrandosi ai singoli workshop/conferenze. Ad altre iniziative si potrà invece accedere liberamente – come visitatore – fino ad esaurimento dei posti disponibili. Si ricorda ai docenti che frequenteranno i workshop di dotarsi del proprio device personale – computer portatile o tablet – per partecipare in modo attivo alle attività laboratoriali.

Tutte le istituzioni scolastiche sono invitate a partecipare con una propria delegazione di studentesse e studenti, festeggiando con #FuturaChianciano la Scuola Digitale nella propria città.

Scarica il programma di #FuturaChianciano

Corsi di Formazione Settembre 2018: Webquest e Problem Based Learning

Si organizzano Corsi e Workshop su Webquest (Ricerca Guidata online) e Problem Based Learning (Didattica per Problemi) della durata di 25h totali (di cui una parte in presenza) per il mese di Settembre (anche al mattino) e Ottobre in particolare sulle seguenti priorità strategiche individuate dal Piano:

· Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento;
· Valutazione e miglioramento;
· Didattica per competenze e innovazione metodologica;
· Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale;

Gli interventi, concordati e progettati con le scuole, avranno sempre un approccio laboratoriale e non frontale e/o teorico.

ARGOMENTI: Webqeust e PBL (ma anche Google Apps for Education, Cooperative Learning, Peer to Peer, Blog Didattico, Lim, Debate, Content Curation, Social Network, BYOD (Bring Your Own Device), Coding e Pensiero Computazionale Unplugged e con Pc).

MODALITA’: Workshop intensivo (per località distanti oltre 200km dall’umbria)  oppure Corso di Formazione (per umbria e toscana)

PREREQUISITI: Uso della posta elettronica, Connessione ad Internet, Videoproiettore

OBIETTIVI: Attivare percorsi di didattica attiva e laboratoriale basata su l capovolgimento dell’approccio frontale

TEMPI: Workshop da 8h/12h/16h o Corso di Formazione da 8h/12h/16h in 3/4 incontri pomeridiani

SEDE: è possibile tenere il corso o presso sedi di scuole o di centri di formazione, richiesta connessione web e videoproiettore

COSTI: da valutare in base al numero di ore ma comunque equiparati ai compensi pon

CERTIFICAZIONEil corso si intende CERTIFICATO se erogato dalla scuola che, per natura, è agenzia formativa certificata.

Clicca qui per VIDEO DIMOSTRATIVI su TUTTE LE TIPOLOGIE DI CORSO

Clicca qui per APPLICAZIONI PRATICHE DELLE METODOLOGIE PROPOSTE

 

INFO E CONTATTI

Emiliano Onori (docente e formatore)

designdidattico.com

info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico

Workshop su Webquest e Problem Based Learning a Ciampino. Marzo-Aprile 2018

Category : Corsi, Eventi, Pbl, webquest · No Comments · by Mar 11th, 2018

In data 14 e 15 marzo e 4 e 5 aprile 2018  si terrà presso l’istituto Umberto Nobile di Ciampino un workshop intensivo sulle Metodologie Didattiche Attive, centrato in particolare su Webquest (approfondimento) e Problem based Learning (approfondimento)

Il workshop avrà una durata complessiva di 16h frontali  divise in due momenti (marzo e aprile) e avrà lo scopo di illustrare le potenzialità didattiche delle metodologie didattiche attive di cui il Webquest e il Problem Based Learning rappresentano un ottimo modello.

Il workshop avrà un approccio laboratoriale.

Le due giornate formative saranno tenute da Emiliano Onori.

 

Emiliano Onori

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico

Webquest, Internet e il Pensiero Critico. Come portare tutto in classe

Che internet sia entrato prepotentemente nella didattica degli ultimi anni è un fatto innegabile. Che lo abbia fatto in modo coerente e ordinato è invece più discutibile. Un esempio. Se fino a 15 anni fa si poteva richiedere serenamente agli alunni una ricerca in biblioteca, giacchè i testi in essa presenti erano in qualche modo già validati e tutto sommato affidabili, oggi con la rete questo passaggio non è scontato. Come ci insegna Rheingold in un illuminante passaggio del suo testo p.79 (“Perchè la rete ci rende intelligenti”)

“Ho l’impressione che adesso il compito (di verificare) tocchi a chi trova informazioni sul Web piuttosto che a chi ce le mette”

(cfr dopo per intero passaggio)

E’ avvenuta, in altre parole, una sorta di improvvisa rivoluzione, ora il compito di verificare spetta a chi legge, non a chi scrive. Questo passaggio ha delle enormi implicazioni didattiche. Una delle quali è ovvia: non si può dire semplice ai ragazzi di svolgere una ricerca online, senza che prima non li si sia istruiti a sufficienza sul come valutare l’informazione in rete.

A tale proposito ci viene in aiuto una straordinaria metodologia didattica che è il webquest. Non si tratta di altro che di una ricerca online guidata (a differenza del pbl che risulta più complesso). Tramite il webquest si può implementare l’uso di internet in classe, previa formazione degli studenti sulle modalità di verifica dei dati online.

Di seguito una serie di approfondimenti sul webquest.

Il Webquest: tecnologie e valutazione

 

Il Webquest come strategia didattica per l’uso consapevole di internet

 

Il Webquest: i paradigmi pedagogici che ne stanno alla base

 

Esempio di Webquest: Internet ci rende intelligenti o stupidi?

 

Esempio di Webquest: Di cosa parliamo quando parliamo di cibo

 

Corsi e Workshop Certificati da 25h e 990 euro su Webquest e Didattica per Problemi (PBL)

 

Emiliano Onori

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico

 

*La prima volta che ho visto mia figlia usare un motore di ricerca per i suoi compiti, le ho spiegato che “un tempo, le informazioni si raccoglievano andando in biblioteca per consultare un libro o un articolo di rivista. Magari si era in disaccordo con quanto scritto nel libro, ma si poteva stare ragionevolmente certi che, prima della pubblicazione, qualcuno avesse controllato le affermazioni dell’autore riguardo ai fatti citati. Quando si consultano i risultati di un motore di ricerca sul Web e si clicca su un link, invece, non si può essere sicuri della correttezza o meno delle informazioni trovate; è più facile incappare in informazioni scorrette e falsità totali”. “Chi mi può aiutare a sapere come stanno le cose?”, mi ha chiesto, arrivando così al cuore della sfida di Internet alla secolare autorità dei testi. “Ho l’impressione che adesso il compito tocchi a chi trova informazioni sul Web piuttosto che a chi ce le mette”, ho risposto, suscitando in mia figlia un’espressione di sgomento. “Puoi lasciarti facilmente indurre a credere a falsità di ogni tipo se non sai capire la differenza fra le informazioni buone e quelle cattive.” Per spiegarle ciò che intendevo, ho digitato il nome di Martin Luther King Jr., leader del movimento
per i diritti civili. Sapevo che, nella maggioranza dei motori di ricerca, la parte superiore della prima pagina di risultati ospita un link a un sito intitolato “Martin Luther King Jr.: la vera indagine storica”.1 Non ci vuol molto per rendersi conto che questa “vera indagine storica” in realtà presenta King come un personaggio losco. Ho chiesto: “Come fai a sapere se è vero o no?”. “Assomiglia a qualsiasi altra cosa sul Web”, ha risposto mia figlia. “Cerca l’autore”, le ho suggerito. (Howard Rheingold, Perchè internet ci rende intelligenti”, Raffaello Cortina Editore, p.79)

 

 

Workshop su Webquest e Problem Based Learning a Ciampino. Marzo-Aprile 2018

In data 14 e 15 marzo e 4 e 5 aprile 2018  si terrà presso l’istituto Umberto Nobile di Ciampino un workshop intensivo sulle Metodologie Didattiche Attive, centrato in particolare su Webquest (approfondimento) e Problem based Learning (approfondimento)

Il workshop avrà una durata complessiva di 16h frontali  divise in due momenti (marzo e aprile) e avrà lo scopo di illustrare le potenzialità didattiche delle metodologie didattiche attive di cui il Webquest e il Problem Based Learning rappresentano un ottimo modello.

Il workshop avrà un approccio laboratoriale.

Le due giornate formative saranno tenute da Emiliano Onori.

 

Emiliano Onori

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico

Corso su Webquest e Problem Based Learning a Ciampino. Marzo-Aprile 2018

In data 14 e 15 marzo e 4 e 5 aprile 2018  si terrà presso l’istituto Umberto Nobile di Ciampino un workshop intensivo sulle Metodologie Didattiche Attive, centrato in particolare su Webquest (approfondimento) e Problem based Learning (approfondimento)

Il workshop avrà una durata complessiva di 16h frontali  divise in due momenti (marzo e aprile) e avrà lo scopo di illustrare le potenzialità didattiche delle metodologie didattiche attive di cui il Webquest e il Problem Based Learning rappresentano un ottimo modello.

Il workshop avrà un approccio laboratoriale.

Le due giornate formative saranno tenute da Emiliano Onori.

 

Emiliano Onori

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico

Corsi e Workshop Certificati da 25h e 990 euro su Webquest e Didattica per Problemi (PBL)

Si organizzano Corsi e Workshop su Didattica 2.0 e Metodologie Attive per il Piano Nazionale Formazione Docenti (qui il testo integrale del documento ministeriale) della durata di 25h totali (di cui 9h in presenza, di norma tre incontri da 3h) in particolare sulle seguenti priorità strategiche individuate dal Piano:

· Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento;
· Valutazione e miglioramento;
· Didattica per competenze e innovazione metodologica;
· Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale;

Gli interventi, concordati e progettati con le scuole, avranno sempre un approccio laboratoriale e non frontale e/o teorico.

ARGOMENTI: Webquest e Problem Based Learning (ma anche Google Apps for Education, Cooperative Learning, Peer to Peer, Blog Didattico, Lim, Debate, Content Curation, Social Network, BYOD (Bring Your Own Device), Coding e Pensiero Computazionale Unplugged e con Pc).

MODALITA’: Workshop intensivo (per località distanti oltre 200km dall’umbria)  oppure Corso di Formazione (per umbria e toscana)

PREREQUISITI: Uso della posta elettronica, Connessione ad Internet, Videoproiettore

OBIETTIVI: Attivare percorsi di didattica attiva e laboratoriale basata su l capovolgimento dell’approccio frontale

TEMPI: Workshop da 8h/12h/16h o Corso di Formazione da 8h/12h/16h in 3/4 incontri pomeridiani

SEDE: è possibile tenere il corso o presso sedi di scuole o di centri di formazione, richiesta connessione web e videoproiettore

COSTIil costo di 990 euro è relativo ad un percorso di complessive 25h certificabili di cui 9h in presenza. Nel caso di corsi da un numero maggiore di ore o in località distanti oltre 200km dall’umbria i costi potrebbero subire variazioni.

CERTIFICAZIONEil costo proposto (990 euro, 25h complessive di cui 9h in presenza) si intende CERTIFICATO se erogato dalla scuola che, per natura, è agenzia formativa certificata. Se si rende necessario appoggiarsi ad azienda esterna per la certificazione, i costi potrebbero subire variazioni.

Clicca qui per VIDEO DIMOSTRATIVI su TUTTE LE TIPOLOGIE DI CORSO

Clicca qui per APPLICAZIONI PRATICHE DELLE METODOLOGIE PROPOSTE

 

INFO E CONTATTI

Emiliano Onori (docente e formatore)

designdidattico.com

info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico

Il Webquest: tecnologie e valutazione

Le tecnologie che ruolo giocano? Un ruolo nel complesso secondario: il webquest non necessita di un grande impatto tecnologico. Sono necessari una connessione ad internet ed un dispositivo per la navigazione e consultazione dei materiali, eventualmente per la realizzazione di una presentazione o un testo elettronico.

Infine: come valutare un webquest? Di certo non puntando tutta la nostra attenzione alle solo conoscenze. Il processo che il webquest attiva, infatti, è più articolato di una semplice “ritenzione” delle conoscenze, ma coinvolge anche competenze trasversali e soft skill. Pertanto si rende necessaria una rubric di valutazione che tenga conto, ad esempio, di: rispetto delle consegne, uso consapevole della tecnologia, conoscenze raggiunte, chiarezza espositiva, etc.

Il webquest può essere implementato in scuole di ogni ordine e grado.

A breve verrà pubblicato un video che spiega passo passo cosa sia il webquest, quali siano le tipologie e i risultati, quali le modalità di impiego in aula, quali i pro e quali i contro.

E’ possibile anche organizzare workshop e corsi di formazione sul webquest (richieste 12/16h).

 

Emiliano Onori

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico