Design Didattico

Instructional Design & Media Education



La Notte delle Stelle. Gli studenti del Città di Piero di Sansepolcro al teatro Astra il 25 Gennaio

Category : Eventi, Riflessioni · No Comments · by Gen 22nd, 2020

Dopo lo straordinario successo della Notte Bianca della Cultura Classica, gli studenti del Liceo Città di Piero e dell’Ite di Sansepolcro replicheranno le loro performance sabato 25 gennaio dalle ore 18.00 presso il cinema teatro Astra di Sangiustino nella Notte delle Stelle.

Siete tutti invitati!

Coordinatori del Progetto: Emiliano Onori e Angela Ambrosini

Strepitoso Successo per la Notte Bianca della Cultura Classica al Liceo di Sansepolcro

Category : Eventi · No Comments · by Gen 18th, 2020

Strepitoso successo per la Notte Bianca della Cultura Classica al Liceo Città di Piero di Sansepolcro (AR). Gli studenti, appartenenti a tutti gli indirizzi di studio (classico, tecnico economico, linguistico, scientifico) si sono avvicendati dalle 19.30 in oltre venti performance varie: letture, drammatizzazioni, balli, declamazioni, canti, prolusioni, disegni, esecuzioni musicali, il tutto alla presenza di un’Aula Magna mai così piena (ed oltre 100/150 persone sempre presenti fuori dall’Aula Magna ad ascoltare ed incoraggiare i ragazzi). Ad allietare il pubblico, oltre all’introduzione del Sindaco Cornioli e del Dirigente Tomoli, un buffet con piatti realizzati da studenti e docenti, anche sulla base delle ricette dell’antichità. Il filo conduttore è stato il Mito che racconta, come dice Salustio, delle storie “che non avvennero mai perchè sono sempre”.

Il successo della serata incoraggia docenti, studenti e la comunità tutta a proseguire nell’organizzazione di eventi sulla cultura classica.

 

prof. Emiliano Onori – Coordinatore del Progetto

Lo Storytelling incontra la Lettura. Scopri come! Viterbo 8 e 22 Gennaio 2020

All’interno del progetto formativo “Lettura e Digital Storytelling” organizzato dal Liceo Buratti di Viterbo, in data 8 e 22 gennaio Emiliano Onori terrà due interventi sul tema: “Usare lo Storytelling per la promozione della Lettura”. Tali incontri avranno una durata di 3h ciascuno. Posti ancora disponibili. Richiesta l’iscrizione alle seguenti web app: Wakelet e Adobe Spark. Consigliato l’uso di pc portatile con connessione ad internet.

A presto!

 

 

Emiliano Onori

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico
instagram.com/designdidattico

Futura Lucca: restare in contatto tramite CLASSE EDMODO

Category : Eventi, webquest · No Comments · by Nov 7th, 2019

E’ mia abitudine, in occasione di corsi ma anche convegni e workshop, aprire una “classe” in Edmodo in maniera da poter restare in contatto anche “dopo” l’evento. Ecco quindi il codice (qcqhm7) per la classe di Edmodo creata appositamente per l’evento di Lucca Futura, nel quale mi occuperò di Webquest (teachers matter) e Smartphone, Storytelling, AR e VR (students matter). Consiglio quindi a chi prenderà parte ai miei interventi di iscriversi, ma anche a chi è interessato all’argomento e non avrà modo di venire, siete tutti benvenuti! Naturalmente per prendere parte alla classe è necessario avere un account su Edmodo.

Ovviamente restano in “funzione” anche tutti gli altri canali visibili sotto in firma.

A presto!

 

Emiliano Onori 

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico
instagram.com/designdidattico

Repoter in erba: documentare attività tramite lo smartphone! #Futura #Lucca 8 Novembre con Slides

Category : Eventi, [Web] App · No Comments · by Nov 6th, 2019

È possibile studiare, e documentare, il proprio territorio mediante lo smartphone? Assolutamente sì! Con le app giuste lo smartphone diviene un ottimo strumento didattico. L’app Steller permette, ad esempio, di documentare mediante foto, video e testi un qualunque evento/territorio/esperimento. L’effetto finale, simile a Instagram, è quello di un mini sito web completamente sfogliabile da smartphone.

Ecco un esempio:

Nel workshop dedicato agli studenti, ma anche agli insegnanti curiosi, vedremo passo passo come realizzare un semplice reportage tramite l’app Steller, che dovrà pertanto essere già installata nello smartphone e dovrà essere perfezionata l’iscrizione al sito!

Per l’evento è stata anche creata una classe Edmodo (codice: qcqhm7) a cui è facoltativo iscriversi!

Ed ecco le slides dell’intervento

Futura Lucca Reporter in erba: Documentiamo con lo Smartphone from Design Didattico

Ci vediamo a Lucca venerdì 8 novembre ore 14.30!

Emiliano Onori 

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico
instagram.com/designdidattico

La Realtà non basta? Aumentiamola con lo Smartphone. #Futura #Lucca 8 Novembre

Chi ha detto che lo smartphone è solo una fonte di distrazione o, al più, di intrattenimento? Se usato in modo corretto e con le giuste applicazioni (esattamente come i libri!) può diventare un ottimo strumento didattico. Per esplorare alcune potenzialità dello smartphone chiameremo a raccolta proprio gli studenti, a Lucca in occasione di Futura 2019.

Durante il workshop STUDENTS MATTER di venerdì 8 novembre ore 16.00 vedremo una serie di applicazioni didattiche centrate sulla REALTA’ AUMENTATA particolarmente utili e spettacolari, in particolare:

  • 3DA Vinci: esploreremo le opere di Leonardo mediante la realtà aumentata
  • Google Arts & Culture: visiteremo i più bei musei del mondo ricostruiti da Google
  • Corpo Umano Maschile (e Femminile) 3d: vedremo come è fatto il corpo umano
  • Smartify: ci faremo aiutare a riconoscere un’opera d’arte mediante l’app
  • Google Lens: “leggeremo” la realtà con gli occhi dell’intelligenza artificiale
  • Atom AR: vedremo la struttura atomica di Idrogeno, Carbonio e Ossigeno
  • Mappa Stellare: riconosceremo le costellazione tramite smartphone

Ad essere invitati saranno gli studenti ma anche i docenti saranno i benvenuti! Ovviamente occorre portare lo smartphone con le APP sopra citate già installate.

Per l’evento è stata anche creata una classe Edmodo (codice: qcqhm7) a cui è facoltativo iscriversi!

Ci vediamo a Lucca!

 

Emiliano Onori 

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico
instagram.com/designdidattico

Gli studenti come “investigatori” della rete grazie al Webquest. #Futura #Lucca 9 Novembre

Category : Eventi, webquest · No Comments · by Ott 31st, 2019

Come integrare l’uso di internet in classe? Come poter assegnare delle ricerche online ai ragazzi senza il timore che si perdano nel mare magno della rete? E come rendere i nostri studenti dei veri e propri “ricercatori e investigatori” della rete? Semplice: con la metodologia didattica del Webquest. In breve il Webquest è una ricerca guidata online che può portare, come risultato del lavoro, una relazione, un report, una intervista o un semplice approfondimento.

È una delle metodologie attive più “conservative” nel senso che non richiede un uso avanzato delle tecnologie (occorre unicamente sapere gestire un browser), quindi ben si adatta a tutti quei docenti che non si sentono particolarmente esperti di strumenti 2.0.

Durante il workshop di Futura Lucca di sabato 9 novembre ore 9.00 dedicato ai docenti (TEACHERS MATTER) vedremo passo passo come realizzare un webquest! Vi aspetto! Di seguito il link per iscriversi all’evento tramite eventbrite

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-e-onori-l-webquest-ovvero-gli-studenti-come-investigatori-della-rete-77563449365

Vi aspetto a Lucca!

 

Emiliano Onori

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico
instagram.com/designdidattico

Futura Lucca 7-9 Novembre. Parleremo di Webquest, Smartphone, App e molto altro!

Gli eventi Futura continuano ed il 7, 8, 9 Novembre sbarcheranno a Lucca! Nella tre giorni avremo modo di parlare di Metodologie Didattiche Attive come il Webquest (Teachers Matter) e di Didattica con lo Smartphone, Digital Storytelling, App, Realtà Virtuale e Aumentata…e molto altro!

Nei prossimi giorni i dettagli dei miei tre interventi di venerdì e sabato!

Qui l’evento del Miur e qui per iscriversi a Eventbrite

 

Emiliano Onori 

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico
instagram.com/designdidattico

Terni Futura Challenge. Giovedì 23 maggio parleremo di Debate (Dibattito Critico)

Category : Debate, Eventi · No Comments · by Mag 20th, 2019

Giovedì 23 Maggio 2019 nella cornice dell’evento miur-pnsd Terni Futura Challenge 2019 (area STUDENTS MATTER presso BIBLIOTECA ore 12.00 e replica ore 14.30), parleremo di Debate ovvero la metodologia attiva che porta il dibattito critico in classe.

Il Debate si configura come una delle più interessanti metodologie didattiche, capace di stimolare attività come: reperimento e verifica dei dati (sul web e non), gestione delle tecnologie digitali, collaborazione, apprendimento tra pari ed esercizio all’ascolto attivo.

Il workshop, adatto principalmente a docenti e studenti di scuola secondaria, sarà tenuto da Emiliano Onori.

Qui la pagina dell’USR UMBRIA e Qui il programma dell’evento

 

Emiliano Onori

designdidattico.com
info@designdidattico.com
facebook.com/DesignDidattico
twitter.com/Designdidattico
telegram.me/designdidattico
instagram.com/designdidattico

Incontro con Andrea Marcolongo: conoscere i classici per conoscere se stessi. Sabato 23 marzo 16.30

Category : Eventi · No Comments · by Mar 21st, 2019

In data 23 marzo 2019 ore 16.30 presso la Biblioteca del Liceo Città di Piero (Sansepolcro AR) si terrà l’incontro con la scrittrice Andrea Marcolongo, autrice de: “La Lingua Geniale: 9 ragioni per amare il greco” e de “La misura eroica”. Al mattino la scrittrice incontrerà gli studenti del liceo. Sarà l’occasione per parlare dei classici come luogo di incontro per conoscere se stessi.
La cittadinanza è invitata.

Emiliano Onori

———————————————————————————————————————————————————————

 

Andrea Marcolongo, scrittrice, ha 31 anni, si è laureata in Lettere Antiche all’Università degli Studi di Milano. Nella sua vita ha molto viaggiato e ha vissuto in dieci città diverse, ora ha scelto di vivere in Bosnia Erzegovina, a Sarajevo. Il suo libro d’esordio dedicato all’amore per il greco, La lingua geniale, con oltre 100.000 copie vendute solo in Italia, è diventato un caso editoriale tradotto in 17 paesi. Scrive di libri e di cultura per «La Stampa» e «D di Repubblica».  (da librimondadori.it)

 

 

 

 

Lo sappiamo tutti: la prima reazione davanti a un testo in greco antico spazia dalla paralisi al terrore puro. 
Ho scelto nove ragioni per amare e per raccontare ciò che il greco sa dire in modo unico, speciale, diverso da ogni altra lingua – e sì, per spazzar via ogni paura trasformandola forse in passione.

“Innanzitutto questo libro parla di amore: il greco antico è stata la storia più lunga e bella della mia vita. Non importa che sappiate il greco oppure no. Se sì, vi svelerò particolarità di cui al liceo nessuno vi ha parlato, mentre vi tormentavano tra declinazioni e paradigmi. Se no, ma state cominciando a studiarlo, ancora meglio. La vostra curiosità sarà una pagina bianca da riempire. Per tutti, questa lingua nasconde modi di dire che vi faranno sentire a casa, permettendovi di esprimere parole o concetti ai quali pensate ogni giorno, ma che proprio non si possono dire in italiano. Ad esempio, i numeri delle parole erano tre, singolare, plurale e duale – due per gli occhi, due per gli amanti; esisteva un modo verbale per esprimere il desiderio, l’ottativo, e non esisteva il futuro. Insomma, il greco antico era un modo di vedere il mondo, un modo ancora e soprattutto oggi utile e geniale. Non sono previsti esami né compiti in classe: se alla fine della lettura sarò riuscita a coinvolgervi e a rispondere a domande che mai vi eravate posti, se finalmente avrete capito la ragione di tante ore di studio, avrò raggiunto il mio obiettivo.” (da ibs.it)

 

Giasone è solo un ragazzo quando, inesperto del mare e della vita, insieme ai compagni Argonauti salpa con la nave Argo, la prima costruita da mano umana, verso la remota Colchide alla ricerca del leggendario vello d’oro. Per poi, vittorioso, fare ritorno con l’amata Medea nell’Ellade, fra le paure, le tentazioni e le insidie proprie di ogni lunga navigazione in mare aperto.

Quella narrata da Apollonio Rodio nelle Argonautiche, e magnificamente ripresa da Andrea Marcolongo in queste pagine, è la storia universale e sempre attuale del delicato passaggio all’età adulta di un ragazzo e una ragazza, che trovano la «misura eroica» attraverso il viaggio e l’amore. Ed è il racconto della difficile arte di partire, abbandonando la terraferma e varcando quel confine che siamo chiamati a superare ogni volta che qualcosa di potente ci accade e ci cambia per sempre. Per diventare grandi, non importa quanti anni si abbiano.

Poiché, però, prendere il mare significa esporsi al pericolo di naufragare, ai versi del capolavoro della poesia ellenistica l’autrice affianca, in una sorta di controcanto, la prosa disadorna ma pregnante di How to Abandon Ship. Come abbandonare una nave, un manuale inglese del 1942 che qui, a dispetto del titolo, non rappresenta un manuale di fuga, ma un compendio di strategie per resistere e superare i naufragi della vita. (da librimondadori.it)